.
Annunci online

PENSIERISINISTRI
Libertà è partecipazione
POLITICA
2 marzo 2009
NUCLEARE: NON E' LA SOLUZIONE, MA SARA' IL PROBLEMA
 

Stavo per scarabocchiare una nota sul Nucleare, quando mi sono reso conto che quasi tutto quello che stavo scrivendo si riferiva ad un’intervista di Antonio Cianciullo, (da “La Repubblica” del 7 Novembre 2007) a Jeremy Rifkin, economista di fama mondiale, autore di saggi davvero illuminanti sul nucleare.

Ho riflettuto sulla questione. Non sono uno studioso, certo, ma credo ci sia stato un motivo se nel 1987, 20.894.000 italiani su quasi 30 milioni (l’80% circa) votarono per l’abrogazione del Piano Nazionale di Localizzazione delle centrali. Secondo alcuni, quel voto fu emotivamente influenzato dal disastro di Chernobyl del 1986. Per altri invece fu semplicemente la scelta di una Speranza, per un modello di sviluppo energetico che potesse fare a meno del Nucleare.

A più di vent’anni di distanza questo sogno sembra essere diventato irraggiungibile. Sviluppo Ecosostenibile: una parolaccia. Purtroppo gli sprechi di tempo e di denaro hanno fatto la loro parte in tutto questo. Pale eoliche disseminate in zone che il vento non ha mai accarezzato. Pannelli solari ancora poco diffusi. Qualcuno oggi si scopre “neoambientalista” e ci fa notare che il nucleare ridurrebbe di parecchio le emissioni di CO2 nell’atmosfera. Questo è vero. Ma quali sarebbero realmente gli svantaggi del Nucleare ? Per esporli, ho scelto di limitarmi a schematizzare le argomentazioni di Rifkin contro il Nucleare, aggiungendo qualcosa:

  1. Il problema ancora irrisolto dello smaltimento delle scorie radioattive, che, oltre ad implicare problemi di sicurezza molto elevati, richiederebbe anche dei costi molto consistenti.

  1. Sulla nostra Penisola il rischio per la sicurezza sarebbe più elevato a causa dell’alta densità abitativa e delle zone ad elevato rischio sismico.

  1. Il Nucleare ha assorbito quasi il 50% degli investimenti in ricerca energetica. Oggi, i 439 impianti nel mondo sono in grado di soddisfare soltanto il 6% del fabbisogno mondiale di energia. Per ottenere un risultato davvero consistente bisognerebbe costruire altre migliaia di centrali entro il 2070.

  1. I COSTI di ogni centrale sono enormi, si aggirano tra i 2 e i 3 miliardi di Euro per la costruzione, mentre per lo smantellamento il costi possono addirittura raddoppiare.

  1. Anche l’Uranio è una risorsa in via d’esaurimento e alcuni scienziati ipotizzano che con l’aumento dei ritmi questo rischio potrebbe diventare già realtà nel 2025. In questo caso si dovrebbe ricorrere al Plutonio, risorsa che aumenterebbe i rischi di terrorismo nucleare.

  1. Le centrali nucleari necessitano quotidianamente di enormi quantità d’acqua per il raffreddamento. Il 40% di tutta l'acqua consumata in Francia lo scorso anno, è servita a raffreddare i reattori nucleari. In periodi in cui l’acqua scarseggia è necessario ridurre drasticamente la produzione di energia nucleare. In Italia questo problema non può essere affatto sottovalutato, soprattutto in Estate.

Queste ed altre considerazioni, forse più soggettive, mi spingono a prendere una netta posizione contro il Nucleare. Non un posizione ideologica, ma lungimirante. Credo che il problema energetico sia importante e non possa essere affrontato con una leggerezza simile. Oggi , di fronte all’emergenza, è tornato di moda il Nucleare. Ho paura delle scelte dovute alle emergenze. Sono quasi sempre sbagliate, e quasi sempre impossibili da contrastare.

La sfida è tra una strada lunga e incerta e una via più breve, ma molto rischiosa per le future generazioni. Noi dobbiamo credere che sia possibile un modello di sviluppo più umano, dobbiamo sperare che dopo di noi altri possano vivere in questo mondo senza portare addosso un fardello ereditario con addosso il marchio del nostro silenzio.




permalink | inviato da PENSIERISINISTRI il 2/3/2009 alle 13:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

   V-SITO

- Those Shirts
- Maschio 100x100
- Femmina 100x100

  IN - VIDEO MEMORY

STORIA e POLITICA:

- Paolo Borsellino
- Totò Riina

COMICO:

- Cuffaro per la Sicilia. Spot
- Frassica - La festa del Sani
- Napoletone a Walterlo (Diego Bianchi - Zoro)


_____________________________________________________________________________




  

    
CAMERA CON SVISTA:

- SONO IL MESSIA
- SILVIO KRUEGER
- L' ADDESTRAMENTO
- DAI GIUDICI
- MAVACAGAR
- BUON NATALE
- LA RIVOLUZIONE MORALE
ORIANA
- IL CAPOCANNONIERE
-
ANARCHICA INSURREZIONALISTA
- BIN LADEN - NO TAV
- DU MARONI
- BABBO LUMBARDO
- TUTTI PAZZI PER COGNE
-
POLLO PER ...
- CELENTINO
- DEVOLUTION
- SANTANCHE'
- PAIURA
- NO I.C.I. ...
- PREVITI
- MASTELLA
- ROTTURA DI MARONI
- TREMONTI
8XMILLE A CATANIA
- BAGET BOZZO
- GENTLEMAN'S AGREEMENT 
BIRRA MORATTI
IL CALDEROLO 
RUTELLA
NEUROECONOMISTA
SBARRAMENTO - EMBRIONI
LA MASTURBAZIONE
L'AMICO DI SEMPRE
L'AMICO DI TUTTI
IL PATTINATORE
VOLA CON JONATHAN
UN CUORE CASALINGO
TROPPO BELLI
ACESE PER CULTURA 
L'ULTIMA SPIAGGIA 
- WHITE W-EXPRESS 
- SI CANDIDA LUI O LA PIANTA?
- UN UOMO IN EUROPA
- UN UNICO OBBIETTIVO...
- SADDAM
- AAARGHH!
- BAU-SILE
- GEMELLI
- LA SQUADRA
- TYSON A SANREMO
- EASY RIDER

Creative Commons License
This work is licensed under a
Creative Commons Attribution
NoDerivs 2.0
Italy License
.


 
"Le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità"
Friedrich Nietzsche

 
E’ pesante un cuore leggero”

Victor Serge 

"Sono più le persone disposte a morire per degli ideali, che quelle disposte a vivere per essi"
Herman Hesse

"La preoccupazione dell'uomo e del suo destino devono sempre costituire l'interesse principale di tutti gli sforzi tecnici. Non dimenticatelo mai in mezzo a tutti i vostri diagrammi ed alle vostre equazioni."
Albert Einstein

"Molti affetti sono abitudini o doveri che non troviamo il coraggio di interrompere"
Eugenio Montale 

"La sicurezza del potere si fonda sull'insicurezza dei cittadini"
Leonardo Sciascia

"
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille,
mentre il contrario è del tutto impossibile
"
Woody Allen

"La grandezza di un uomo non sta nel non cadere mai,
ma nel risollevarsi sempre dopo una caduta"

Confucio

"E' stato meglio lasciarci che non esserci mai incontrati"
Fabrizio De Andrè

"Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui"
Umberto Eco

"Chi controlla il passato controlla il futuro...
Chi controlla il presente controlla il passato
"
George Orwell