.
Annunci online

PENSIERISINISTRI
Libertà è partecipazione
11 maggio 2009
NON MI LASSARI SULU di Ignazio Buttitta
 Poco tempo fa, un mio caro compagno di partito mi ha fatto conoscere questa stupenda poesia di Ignazio Buttitta, che io adesso pubblico perchè altri la possano conoscere, perchè altri la devono conoscere.

NON MI LASSARI SULU

Ascutami, parru a tia stasira
e mi pari di parrari o munnu.

Ti vogghiu diri di non lassarimi sulu
nta sta strata longa chi non finisci mai
ed havi i iorna curti.

Ti vogghiu diri
ca quattr'occhi vídínu meggbiu;
ca miliuna d'occhi vidinu chiù luntanu,
e ca lu pisu spartutu nte spaddi diventa leggiu.

Ti vogghiu diri
ca si t'appoji a mia e io m'appoiu a tia
non putemu càdiri
mancu si li furturati n’assicutanu a vintati.

L'aceddi volanu a sbardu, cantanu a sbardu,
un cantu sulu è lamentu e mori ntall'aría,

Non calari l'occhi, ti vogghiu amicu a tavula;
e non è veru mai ca si diversu di mia
c'allongu i vrazza e ti chiamu frati.

Frati ti sugnu e cumpagnu
calatu a scippari i spini chi nsangunianu i pedí:
frati e cumpagnu isatu a sfardari i negghi
e astutari i lampi:
frati e cumpagnu
si scattanu i trona e trema a terra,
e puru si spunta u suli e l'abbrazza.

Unu non fa numíru,
nascemu pi cantari nzemmula
e non pi lassari eredità di lacrimi e ripitíu di lamenti.

Si mori e si resta a nàtari
nto lettu du ciumi chi scìddica a mari,
nto lettu chi cunta la storia di semprí.
E sarannu íorna comu chistí: cu l'arba e lu suli,
i gaddi chi cantanu, l'arbuli chi ciuriscinu,
l'omini ‘nterra e miliardi di stiddí nto celu.

Jorna comu chisti: cu lustru nte strati,
chi tavuti cunzati, chi piccíriddí chi ghiocanu
e l'amuri nte letti ca vucca d'agneddu e di lupu.

Jorna comu chisti: cu tia e cu mia
chiamati cu àutri nomi, a cunsultari libri,
a spirimintari, a giudicari i vivi e i morti
si meritanu… si miritamu pirdunu.

Pirdunu pi guerri a catina, pi stragi,
pi Hiroskima bruciata,
pi pueti fucilati.

Pirdunu pi càmmari a gas,
pi l'ingiustizia codificata,
pu nfernu addumatu nto paradisu da terra,
pi Cristu ‘n cruci e lu boia a l'artaru.

Mi staiu cunfissannu…
Cu m'assolvi?
Cu t'assolvi?

A storia no
si putemu fari a guerra paci,
u chíantu gioia
a scbiavitù libirtà
l'odiu amuri,
e non lu facemu.

A storia no
Si putemu abbattirii mura di petra d'ossa
chi ghisamu ogni ghiornu chi manu lordi,
tu e io, chi manu lordi, e non lu facemu



NON MI LASCIARE SOLO (Traduzione in Italiano)



Ascoltami, parlo a te stasera
e mi pare di parlare al mondo.

Ti voglio dire di non lasciarmi solo
in questa strada lunga che non fìnisce mai
e ha i giorni corti.



Ti voglio dire
che quattro occhi vedono meglio,
che milioni d'occhi vedono píú lontano,
e che il peso diviso sulle spalle diventa leggero.

Ti voglio dire
che se t’appoggi a me e io mi appoggio a te
non possiamo cadere
nemmeno se la bufera c'insegue a ventate.

Gli uccelli volano a stormo, cantano a stormo,
un canto solo è lamento e muore nell'aria

Non abbassare gli occhi, ti voglio amico a tavola;
e non è vero mai che sei diverso da me
che allungo le braccia ti chiamo fratello.

Fratello ti sono e compagno
curvato a strappare le spine che insanguinano i piedi:
fratello e compagno alzato a lacerare le nuvole
a spegnere i lampi:
fratello e compagno
se scoppiano i tuoni e trema la terra,
se spunta il sole e l'abbraccia

Uno non fa numero,
siamo nati per cantare assieme
e non per lasciare eredità di lacrime repítío di lamenti.

Si muore e si resta a nuotare
sul letto del fiume che scivola a mare,
sul letto che racconta la storia di sempre

E saranno giorni come questi: con l'alba e il sole
i galli che cantano gli alberi che fioriscono,
gli uomini in terra e miliardi di stelle nel cielo.

Giorni come questi: con la luce nelle strade
le tavole imbandite, i bambini che giocano,
e l'amore nei letti con la bocca di agnello e di lupo.

Giorni come questi: con te e con me
chiamati con altri nomi a consultare libri,
a sperimentare, a giudicare i vivi e i morti
se meritano…se meritiamo perdono.

Perdono per le guerre a catena, per le stragi
per Híroshima bruciata,
per i poeti fucilati.

Perdono per le camere a gas
per l'ingiustizia codificata,
per l'infemo acceso nel paradiso della terra,
per Cristo in croce e il boia all'altare.

Mi sto confessando
Chi mi assolve?
Chi ti assolve?

La storia no,
se possiamo fare la guerra pace,
il pianto gioia,
la schiavítú libertà,
l'odio amore
e non lo facciamo.

A storia no
Se possiamo abbattere i muri di pietra d'ossa
che innalziamo ogni giorno con le mani lorde,
tu e io, con le mani lorde, e non lo facciamo .



permalink | inviato da PENSIERISINISTRI il 11/5/2009 alle 13:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        dicembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 184786 volte

   V-SITO

- Those Shirts
- Maschio 100x100
- Femmina 100x100

  IN - VIDEO MEMORY

STORIA e POLITICA:

- Paolo Borsellino
- Totò Riina

COMICO:

- Cuffaro per la Sicilia. Spot
- Frassica - La festa del Sani
- Napoletone a Walterlo (Diego Bianchi - Zoro)


_____________________________________________________________________________




  

    
CAMERA CON SVISTA:

- SONO IL MESSIA
- SILVIO KRUEGER
- L' ADDESTRAMENTO
- DAI GIUDICI
- MAVACAGAR
- BUON NATALE
- LA RIVOLUZIONE MORALE
ORIANA
- IL CAPOCANNONIERE
-
ANARCHICA INSURREZIONALISTA
- BIN LADEN - NO TAV
- DU MARONI
- BABBO LUMBARDO
- TUTTI PAZZI PER COGNE
-
POLLO PER ...
- CELENTINO
- DEVOLUTION
- SANTANCHE'
- PAIURA
- NO I.C.I. ...
- PREVITI
- MASTELLA
- ROTTURA DI MARONI
- TREMONTI
8XMILLE A CATANIA
- BAGET BOZZO
- GENTLEMAN'S AGREEMENT 
BIRRA MORATTI
IL CALDEROLO 
RUTELLA
NEUROECONOMISTA
SBARRAMENTO - EMBRIONI
LA MASTURBAZIONE
L'AMICO DI SEMPRE
L'AMICO DI TUTTI
IL PATTINATORE
VOLA CON JONATHAN
UN CUORE CASALINGO
TROPPO BELLI
ACESE PER CULTURA 
L'ULTIMA SPIAGGIA 
- WHITE W-EXPRESS 
- SI CANDIDA LUI O LA PIANTA?
- UN UOMO IN EUROPA
- UN UNICO OBBIETTIVO...
- SADDAM
- AAARGHH!
- BAU-SILE
- GEMELLI
- LA SQUADRA
- TYSON A SANREMO
- EASY RIDER

Creative Commons License
This work is licensed under a
Creative Commons Attribution
NoDerivs 2.0
Italy License
.


 
"Le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità"
Friedrich Nietzsche

 
E’ pesante un cuore leggero”

Victor Serge 

"Sono più le persone disposte a morire per degli ideali, che quelle disposte a vivere per essi"
Herman Hesse

"La preoccupazione dell'uomo e del suo destino devono sempre costituire l'interesse principale di tutti gli sforzi tecnici. Non dimenticatelo mai in mezzo a tutti i vostri diagrammi ed alle vostre equazioni."
Albert Einstein

"Molti affetti sono abitudini o doveri che non troviamo il coraggio di interrompere"
Eugenio Montale 

"La sicurezza del potere si fonda sull'insicurezza dei cittadini"
Leonardo Sciascia

"
Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille,
mentre il contrario è del tutto impossibile
"
Woody Allen

"La grandezza di un uomo non sta nel non cadere mai,
ma nel risollevarsi sempre dopo una caduta"

Confucio

"E' stato meglio lasciarci che non esserci mai incontrati"
Fabrizio De Andrè

"Nulla infonde più coraggio al pauroso della paura altrui"
Umberto Eco

"Chi controlla il passato controlla il futuro...
Chi controlla il presente controlla il passato
"
George Orwell